eSport e sponsor

eSport e sponsor

agosto 11, 2018 Non attivi Di redazione

Gli eSport e giochi competitivi stanno crescendo in popolarità e stanno guadagnando pubblico ogni mese. Il valore attuale del mercato degli eSports è di circa 900 milioni di Euro, una cifra che dovrebbe continuare a salire per tutto l’anno.

I montepremi per i giochi eSports più popolari (League of Legends, Dota 2, Call of Duty) diventano più ricchi ogni anno che passa. L’International 2017, i campionati mondiali di Dota 2, ha battuto il record per il montepremi più grande nella storia degli eSports a $ 24,787,916. Ma più impressionante è che ogni Internazionale dal 2014 ha compiuto quell’impresa.

E come in ogni industria di successo, una valutazione più alta significa che ne seguiranno di più. Per i giochi competitivi, il business ha preso forma di sponsorizzazioni dei giochi. Queste offerte di sponsorizzazione di eSports stanno aiutando a spingere le competizioni internazionali da un segmento di nicchia a eventi sportivi a pieno titolo.

Di seguito, abbiamo compilato una lista di sponsor eSports che mette in risalto alcune delle principali aziende che stanno attribuendo i loro nomi e dollari ai giochi competitivi.

Intel: dal 2006 sponsorizza Intel Extreme Masters insieme a ESL (Electronic Sports League). Si tratta del più lungo torneo di eSports esistente.

Coca-Cola: il gigante della cola sponsorizza il campionato del mondo di League of Legends, una delle più grandi competizioni di eSports sulla terra. Ma per fare un ulteriore passo avanti, Coca-Cola e Riot Games hanno collaborato con alcuni cinema per ospitare più di 200 feste di visione simultanee per i Campionati del Mondo di Lega Leggendaria 2016 in tutti gli Stati Uniti, in Canada e in Europa.

Comcast Xfinity: il fornitore di servizi via cavo e internet sponsorizza sia ESL che il team di eSports Evil Geniuses, che compete ai massimi livelli in Dota 2, League of Legends e altro ancora.

Red Bull: le bevande energetiche come la Red Bull sono i principali sostenitori di eSports. La compagnia ha iniziato sponsorizzando tornei per la StarCraft 2 di Blizzard e poi si è espansa in Dota 2. La Red Bull sponsorizza competizioni e squadre, come Tempo Storm.

Mountain Dew: la società di soft drink sponsorizza diversi team eSports, tra cui Team Dignitas, Splyce e Team SK Gaming. Ha anche dato il via alla Mountain Dew League, che aiuta le squadre dilettanti a provare a raggiungere i professionisti.

T-Mobile: le organizzazioni eSport sponsorizzate da operatori wireless e TSM e Cloud9 a partire da agosto 2017. T-Mobile ha anche sponsorizzato il torneo di combattimenti E3 di Twitch “Twitch Esports Arena” nel giugno 2017 allo Staples Center di Los Angeles.

Audi: La casa automobilistica tedesca ha iniziato a sponsorizzare Counter-Strike: Global Offensive team Astralis a gennaio 2017.

Airbus: la compagnia aeronautica ha annunciato una sponsorizzazione con il team eSports Out of the Blue a ottobre 2017.

Con la crescita del mercato degli eSports, più sponsor e investitori affluiranno nel settore, il che creerà opportunità crescenti per tutti gli attori coinvolti. Per vedere come tutto si combina perfettamente, Numero 1 ha messo insieme una guida completa sul futuro dell’esport, chiamato Ecosistema eSports: puoi comprarlo e scaricarlo QUI.

Condividi la pagina:
RSS
Facebook
Twitter
Google+
https://www.numerouno.one/esport-e-sponsor/
Follow by Email